MARTEDì 25 Settembre 2018 - Aggiornato alle 00:47

Home » » Vecchia, l'elite fa acqua da tutte le parti

 

Vecchia, l'elite fa acqua da tutte le parti

JUNIORES, ALLIEVI E GIOVANISSIMI

di MATTEO CECCACCI

Solo le categorie elite a scendere nei vari terreni di gioco per disputare la settima giornata di ritorno, mentre si sono riposate le compagini regionali, dagli Allievi di Marco Mazza ai Giovanissimi di Andrea Gualtieri, che riprenderanno a giocare sabato 3 marzo a causa della sosta di due settimane stabilita a inizio stagione dal comitato regionale lazio nella persona del suo presidente Zarelli. 
Sconfitta pensante per gli Juniores Elite del tecnico Brandolini che escono sconfitti dal campo del Settebagni con il risultato di 2-0. Brutto passo falso per i classe 2000 che, dopo la straordinaria vittoria con la Romulea, cadono incredibilmente in un match che ha visto la compagine di mister Spagnoli prevalere. Primo tempo equilibrato, spiccano diverse occasioni su entrambi i fronti: per i locali a provarci è Rocchi, ma trova un reattivo Paniccia, mentre gli ospiti rispondono con San Martin prima, che non c’entra lo specchio della porta, e Indorante dopo, che si lascia ipnotizzare dal portiere. Alle mezz’ora arriva il vantaggio del Settebagni, è Pascale a trafiggere Paniccia grazie ad un bel tiro al volo da posizione defilata per l’1-0. La Vecchia non reagisce, se non con un tiro debole di capitan Pietranera. Nella ripresa partono forti i padroni di casa che nell’arco di 15’ creano occasioni a più non posso, dovute anche ai molti spazi difensivi concessi dalla retroguardia nerazzurra. Il primo squillo è di Bernini, ma il pallone lambisce di poco il palo destro, mentre il secondo acuto è di Grotteschi, che dopo un’ottima azione corale da parte dei suoi compagni, lascia partire un tiro dai quindici metri che però Paniccia spedisce in angolo. Il Civitavecchia però, subisce e non riparte, allora Brandolini incita i suoi e li invita a pressare di più, ma nemmeno il tempo di dare il giusto consiglio, che il Settebagni rifila il definitivo 2-0 grazie alla rete di Pascale, che può vantare così la sua doppietta personale. Nel finire di tempo il direttore di gara espelle anche il tarquiniese Matteo Forieri, reo di aver commesso fallo da ultimo uomo. 
«Non commento - spiega Forieri - il cartellino rosso e la decisione dell’arbitro. Mi chiedo solo perché a me mi ha subito cacciato, quando la stessa situazione che si era ripetuta poco prima sul fronte opposto l’arbitro non ha per niente sanzionato il giocatore. Mi sarebbe piaciuto avere lo stesso metro di giudizio, tutto qua». 
Il classe ‘00, dunque, salterà la prossima sfida casalinga con il fanalino di coda Atletico Acilia. Per il Settebagni una vittoria importante che fa piazzare il team di Spagnoli al centro della classifica con 30 punti all’attivo, mentre per la Vecchia è la sesta sconfitta stagionale che fa rimanere i nerazzurri al settimo posto della graduatoria con 34 punti a -1 dall’Urbe. Una posizione di classifica che fa allontanare sempre di più i tirrenici dala zona playoff, ma ancora tante le speranze per credere alla risalita.
Poker dei blues del Savio di Alessandro Bolic sugli Allievi Elite di Rocchetti che, nel match valevole per la 7^ giornata di ritorno, hanno rifilato ben quattro gol ai nerazzurri dopo che Converso nella ripresa aveva ristabilito gli equilibri. Dopo il 3-1 dell’andata sempre a favore dei capitolini, la sfida di ritorno si è giocata sempre sulla falsa riga di quel 29 ottobre scorso. I primi 40’ hanno visto buon gioco per entrambi i team, ma ad avere la meglio sono i locali che al 20’ vanno in vantaggio grazie alla rete di Iannoni. I nerazzurri però, non ci stanno e rispondono prontamente, prima con la conclusione di Mercuri e poi con il gran tiro di capitan Loi; autore di una prestazione impeccabile, dove ha dimostrato davanti all’intero «Vianello» la sua bravura con il pallone e la semplicità nell’impostare il gioco nelle sue giocate più raffinate. Nella ripresa si riparte dall’1-0 del Savio, ma dura ben poco, perché a pareggiare il conto ci pensa Fede Converso, bravo a trafiggere il portiere sull’angolino basso. I nerazzurri prendono coraggio e si fanno avanti, ma qualsiasi tentativo di gol, viene vietato dal portiere Facchini: una vera e propria saracinesca. Negli ultimi 20’ la gara va in discesa per i padroni che casa che, approfittando di alcuni spazi difensivi concessi dagli ospiti, siglano tre gol uno dietro l’altro, prima con Maregrande, poi con Martinelli e infine Spataro per il 4-1 finale. 
«Il risultato - commenta Capitan Loi - è stato veritiero fino ad un certo punto, poi è assolutamente normale che quando giochi con queste squadre appena commetti un errore ti puniscono. I tre gol nel finale sono arrivati perchè cercando di recuperare il risultato abbiamo lasciato spazi enormi dietro. Riguardo la prossima gara con il Certosa - continua il trequartista - sicuramente non sarà facile sia per noi che per loro, domenica giocheremo per prendere i 3 punti ed useremo la stessa cattiveria e mentalità della partita contro l’Ostiamare, cercando di ripetere l’impresa. Sulla squalifica di Matteo (Caravani, ndr) - conclude il Capitano - di certo ha sbagliato, ma la colpa oltre ad essere la sua però, è anche dell’arbitro, perchè un mese di squalifica per aver solamente protestato mi pare esagerato ed eccessivo». 
Una vittoria, dunque, importante e fondamentale per la compagine romana, che dopo i cinque gol subiti la settimana scorsa dalla capolista Vigor ha ritrovato il sorriso, che fa stazionare il Savio secondo in classifica a -9 dalla Vigor con il Certosa inseguitrice a -2. Per i nerazzurri invece, terzultimo posto della graduatoria con 22 punti all’attivo in piena zona playout, con l’obiettivo ancora vivo di speranze chiamato salvezza.
Tredicesima sconfitta stagionale per i Giovanissimi Elite di Oliviero che nel girone di ritorno hanno ottenuto solo tre punti, frutto della vittoria conquistata domenica scorsa per 3-2 contro il Villalba. Purtroppo il successo non è servito molto al morale della squadra, soprattutto per cercare di superare quella zona bassa della classifica che non gli appartiene affatto. Il match contro l’Ottavia ha visto un Civitavecchia spento, a tratti vivo, ma in balia di una squadra che alla fine è stata capace di aggiudicarsi la partita, che inizialmente poteva sembrare facile, ma che invece è risultata più difficile del previsto. I primi 35’ hanno visto poco occasioni, se non il gol della compagine del tecnico Lorenzetti, che al 28’ va in vantaggio con Tagliatesta, bravo a beffare il portiere in uscita. Poco dopo i nerazzurri rimangono in dieci a causa dell’espulsione diretta rimediata da Fioretti per proteste, (che salterà il derby col Ladispoli domenica prossima). 
Nella ripresa, con il classe 2004 Senserini tra i pali, i locali hanno la possibilità di pareggiare, ma De Martino prima e Giordano dopo sprecano le due occasioni per ristabilire gli equilibri. Nel finire di gara a chiudere il match ci pensa Maurizi che scaglia un bel tiro a giro alla sinistra del portiere per il 2-0 definitivo. Una vittoria importante per l’Ottavia che conferma i capitolini al quarto posto della classifica con 42 punti in compagnia del Ladispoli, mentre il Civitavecchia rimane terzultimo in graduatoria in piena zona retrocessione con 15 punti all’attivo a -4 dal Tor Sapienza con l’Sff Atletico inseguitrice a -1. 
«È stata una partita - spiega il centrocampista Flavio Zagami - in cui abbiamo giocato bene fino all’espulsione di Fioretti; è naturale poi che l’inferiorità numerica ci abbia un po’ condizionato. Noi abbiamo sempre dimostrato di essere in partita, giocando palla a terra come piace al mister, ma l’Ottavia alla fine ha prevalso approfittando del nostro calo d’intensità. Riguardo la posizione di classifica - conclude Zagami - sappiamo che non è delle migliori. Noi ci crediamo alla salvezza e bisogna dare il massimo in ogni partita, a partire da domenica quando andremo a Ladispoli per giocare il derby, mi aspetto una gara dove può succedere di tutto».

(20 Feb 2018 - Ore 20:39)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy