Home » » "Uova contaminate, nessuna distribuzione in Italia"

 

"Uova contaminate, nessuna distribuzione in Italia"

In Europa scoppia lo scandalo, ma il Ministero della Salute tranquillizza VIDEO

L’Europa si allarma per le uova contaminate con fipronil, un insetticida pericoloso per la salute. A rassicurare gli italiani è la Direzione generale per l’Igiene e la sicurezza degli alimenti del nostro ministero della Salute, secondo cui «non risultano distribuzioni di uova contaminate con fipronil in Italia. Le indagini condotte attraverso il sistema di allerta europeo Rasff hanno evidenziato che si ipotizza un uso fraudolento del fipronil da parte di alcuni produttori dei Paesi Bassi».  
 In relazione alla segnalazione scattata a livello europeo, il ministero fa sapere di aver informato «già in data 31/7/2017 gli assessorati alla Sanità delle Regioni e Province Autonome della problematica, chiedendo di effettuare le verifiche sul territorio. Inoltre, è stato richiesto agli assessorati e al Nas di proseguire il monitoraggio e comunicare gli esiti delle verifiche e i risultati dei campionamenti su uova effettuati». 
Lo scandalo è venuto alla luce all’inizio di agosto, quando l’agenzia olandese per la sicurezza alimentare, Nvwa, ha riferito che un mix illegale a base dell’insetticida sarebbe stato utilizzato in alcune aziende olandesi per oltre un anno. Non c’era modo di sapere, però, se in questo lasso di tempo tutte le uova fossero state contaminate, e sono state condotte analisi su 600 campioni. Circa 180 allevamenti di galline in tutta l’Olanda sono stati chiusi e milioni di uova provenienti da Olanda e Belgio sono state ritirate dagli scaffali dei supermercati tedeschi e olandesi e bloccate da quelli belgi, dopo che in alcune sono stati rilevati alti livelli dell’insetticida, vietato per l’uso in produzioni destinate al consumo. Le autorità hanno avviato un’indagine per far luce sulle reali dimensioni del problema.
 Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, in grandi quantità il fipronil è «tossico» e può avere effetti dannosi su reni, tiroide e fegato se ingerita in grande quantità nel tempo. L’insetticida viene comunemente usato nei prodotti veterinari contro pulci, pidocchi e zecche, ma non sugli animali destinati al consumo alimentare umano, come i polli. 

VIDEO

(12 Ago 2017 - Ore 14:25)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Civitavecchia, L'occhio

Due nel blu (foto Angela Pierucci)

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • "Gli addetti al servizio superiori al previsto"

    19 Set 2017 - AMBIENTE. Quanto afferma la Camassambiente in una nota inviata all’ufficio competente del comune di Cerveteri. L’azienda  giustifica così il mancato rinnovo contrattuale ai lavoratori assunti per esigenze estive. La città rimane comunque sporca e non si fa attenzione al rispetto del disciplinare tecnico sottoscritto

  • Arpa: "Migliora l’aria della città"

    18 Set 2017 - Dalle osservazioni effettuate dal 4 al 10 settembre risultano nei limiti le sostanze inquinanti. Buono anche il riscontro relativo alle polveri sottili e al monossido di carbonio. Molto significativo secondo i dati dell’agenzia regionale per la protezione ambientale il dato relativo all’ozono 

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005

Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002
Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471
Direttore responsabile Massimiliano Grasso - © Copyright 1999-2017 SEAPRESS - Privacy Policy