Home » » Naso corretto senza bisturi in un’ora

 

Naso corretto senza bisturi in un’ora

Il chirurgo plastico Giulio Basoccu: "Boom di richieste di rinofiller"

Correggere la forma del naso senza bisturi. E’ boom di richieste per i filler che, in appena un’ora, modificano una delle parti del viso più ritoccate in assoluto. «Si tratta di una prova generale, per abituarsi al cambiamento - afferma Giulio Basoccu, specialista in chirurgia plastica Estetica e Ricostruttiva presso il Gruppo Ini, Istituto Neurotraumatologico Italiano, e docente all’Università di Tor Vergata di Roma - Oggi si far grande ricorso ai filler per eliminare un difetto del naso, anche se temporaneamente». Se per i difetti più evidenti il bisturi resta la soluzione preferibile, esiste da qualche tempo un’alternativa meno invasiva, pratica, veloce ed estremamente sicura per gli inestetismi più soft: il rinofiller. «Si tratta di una tecnica non chirurgica, quindi ascrivibile alla medicina estetica, praticabile in ambulatorio e consistente in micro-iniezioni di acido ialuronico cross-linkato o reticolato ottenuto in laboratorio (che rispetto a quello normale o lineare ha una maggiore stabilità e profondità di azione), completamente riassorbibili - spiega Basoccu - I filler vengono iniettati in particolare in tre punti: alla radice del naso, per far scomparire la cosiddetta ‘gobba’; in punta, per ottenere un naso all’insù; sul dorso, nel caso si presenti il cosiddetto ‘naso a sella’ con depressioni o spazi vuoti da riempire, eventualmente residuo di un precedente intervento di rinoplastica mal riuscito». Ma quali sono i vantaggi di questa tecnica? «Nessuna anestesia, anche se per i più sensibili è possibile l’applicazione di una pomata anestetica o ghiaccio mezz’ora prima del trattamento, tempi brevi (20-30 minuti), scarsa invasività e nessuna convalescenza. È consigliabile però aspettare almeno una settimana prima di esporsi al sole o alle lampade solari e per riprendere l’attività sportiva». Secondo il chirurgo, il rischio di complicanze è molto basso: la comparsa di noduli cutanei visibili è da attribuirsi ad una tecnica applicata scorrettamente, e si può comunque facilmente correggere. Poi c’è il fattore velocità: il risultato è visibile fin da subito.

(25 Set 2018 - Ore 18:19)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy