VENERDì 22 Marzo 2019 - Aggiornato alle 23:54

Home » » Montino ‘‘finanzia’’ Orlando, è polemica

 

Montino ‘‘finanzia’’ Orlando, è polemica

Fiumicino. Scontro in Comune sul decreto Sicurezza del Ministro degli Interni Salvini. Il Sindaco di Fiumicino: "Una task force di giuristi per affiancare Palermo". L’opposizione: "Usa i soldi del Comune per battaglie ideologiche di parte"

FIUMICINO - «Condivido in pieno la posizione del sindaco di Palermo Leoluca Orlando che si è schierato dalla parte dei diritti umani riconosciuti dalla Costituzione e contro le politiche che incentivano l’odio sociale e il razzismo». Lo dichiara il sindaco di Fiumicino Esterino Montino. «Del resto – aggiunge – lo stesso Presidente Mattarella nel suo discorso di fine anno ci ha spronati a sentirci comunità, al rispetto degli altri e a coltivare i buoni sentimenti ricordando che la sicurezza passa anche dalla tutela delle fasce più deboli e dal rispetto degli altri». «Ho chiesto al Segretario Generale del Comune di Fiumicino – spiega il sindaco – di convocare urgentemente una task force di giuristi per capire quale strada si possa percorrere per affiancare Palermo nella battaglia per il rispetto dei diritti fondamentali delle persone». «Inoltre – conclude – chiedo all’Anci e al suo presidente Decaro di approfondire la questione per capire quali azioni si possano concretamente intraprendere». 
Immediata la risposta dell’opposizone. «E’ inconcepibile in una città dove a causa delle ristrettezze economiche non si riesce a dare adeguati servizi assistenziali e dove non ci sono fondi per i giovani – tanto per fare solo due esempi che gridano vendetta – il sindaco di Fiumicino, Montino, si impegni, ed impegni economicamente il Comune, in battaglie ideologiche di parte, sull’onda di un perbenismo ‘peloso’, fatto di convenienza politica più che di sostanza, lasciando indietro – come al solito – gli interessi dei cittadini italiani». 
Lo afferma una nota della Lega firmata da Mauro Gonnelli (coordinatore Lazio), Stefano Costa, Vincenzo D’Intino (consiglieri comunali). «Sappiamo quanto il servizio sanitario nazionale sia in affanno, tocchiamo con mano nel nostro territorio come la carenza di disponibilità economiche penalizzi l’intero comune, sappiamo bene quanto bisogna aspettare per una visita specialistica… Eppure, invece di battagliare per questi diritti, Fiumicino non trova di meglio che fare una lotta ideologica per dare la residenza – e di conseguenza tutti i servizi – a quante più persone possibili, anche agli irregolari, gravando ancor più il sistema sanitario nazionale, infischiandosene dei diritti di chi paga le tasse, considerato solo un’entità astratta da cui spremere soldi, una sorta di bancomat solidale. Così come con lo stesso principio viene considerato il bilancio comunale, per cui si impegnano cifre considerevoli per propaganda politica, per supportare battaglie nazionali sul gender piuttosto che sull’immigrazione, utilizzando il ruolo istituzionale e i soldi dei cittadini come un portafoglio da aprire, per prelevare e spendere. Non solo si viola coscientemente la Costituzione, la stessa che a parole viene santificata solo quando fa comodo, ma si mortifica anche il rispetto degli equilibri sociali interni, che vengono messi sempre e comunque in secondo piano rispetto a battaglie che nulla hanno a che vedere con lo sviluppo di Fiumicino e la tutela della sua gente. Da una parte il Sindaco si mostra inflessibile contro chi non rispetta le regole sul proprio territorio, facendo l’elogio della legalità e del rispetto istituzionale, dall’altra è il primo a dare il cattivo esempio, disconoscendo non una norma, ma addirittura un decreto legge. Ormai è chiaro che il secondo mandato di Montino ha ambizioni ben diverse dalla crescita del territorio, ma che la guida dell’Amministrazione viene utilizzata per scopi politici precisi. 
Vale solo la pena ricordare, al di là delle dichiarazioni sui principi etici, quanto sia il giro economico dietro al sistema dell’accoglienza e delle cooperativo e/o onlus che lo gestiscono. Un dato che deve far riflettere». Dello stesso avviso anche  il resto dell’opposizone. «Ritengo offensivo e inopportuno che il Sindaco scavalchi costantemente il consiglio comunale per impegnare soldi della collettività in battaglie del tutto personali sotto il profilo politico. L’ipotesi di una task force di giuristi, da pagare ovviamente con i soldi pubblici, per sostenere una battaglia di principio sul decreto sicurezza che non riguarda il nostro territorio, non è un’ipotesi sostenibile senza un preventivo confronto in aula». Lo afferma Roberto Severini, capogruppo della lista civica Crescere Insieme. «Non voglio entrare nel merito della questione – prosegue Severini – perché ciò che mi riguarda come consigliere comunale è la gestione del territorio. E non voglio neanche dire se sia sbagliato o meno spendere soldi pubblici per una task force di giuristi. Non è questo il punto. Ciò che non va bene, è che il sindaco si arroghi il diritto di scegliere da solo, senza interessare il Consiglio comunale in maniera preventiva, lasciandoci alla nebulosa approvazione di debiti fuori bilancio scelte che ha fatto in totale autonomia. Visto che i debiti fuori bilancio aumentano ogni anno in maniera esponenziale, deve diventare prassi che tutto ciò che non riguarda l’ordinaria amministrazione passi prima attraverso il Consiglio comunale, specialmente casi come questo che non sono di urgenza immediata. Chiediamo che il Sindaco venga in aula a spiegare questa sua decisione, e per il futuro si adegui. Una posizione condivisa con i consiglieri di opposizione Baccini, Coronas, Poggio, Costa e D’Intino. Esiste anche lo strumento del Consiglio straordinario, da utilizzare di volta in volta. Qualora il Sindaco non decidesse di utilizzare questa via, si assumesse tutta la responsabilità di tali scelte, pagando personalmente, con soldi propri. Non intendiamo più spendere un solo centesimo della collettività che non sia prima condiviso dal Consiglio comunale».

(04 Gen 2019 - Ore 08:04)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy