Home » » «In Lombardia niente musica, solo lumicini e silenzio»

 

«In Lombardia niente musica, solo lumicini e silenzio»

La testimonianza. Parla la tolfetana Barbara Finori che vive da sei anni in provincia di Lecco
«Qui regna la paura di contaminare e di contaminarsi. Non prendete sotto gamba la situazione: state a casa» 

TOLFA - Della dura situazione che si vive in Lombardia ne da testimonianza la tolfetana Barbara Finori, insegnante che da 6 anni vive a Casatenovo in provincia di Lecco. Sono giorni e situazioni dure quelle che sta vivendo Barbara Finori come tanti suoi corregionali e tra le lacrime confessa: "La situazione è durissima. Siamo barricati in casa, si sta male, abbiamo paura e il clima è davvero pesante. Qui la gente responsabile non esce se non per cose urgenti. Sono una delle insegnanti che ha scelto di non venire giù a mettere a rischio mio padre cardiopatico, amici e parenti. Qui sono sola con il mio compagno ed è veramente tristissimo. La gente è spenta e non ce la facciamo più. Tanti, troppi sono i morti, tantissimi i contagiati. Purtroppo i TG nazionali non mostrano tutto quello che veramente accade qua: noi vedendo il TG regionale da casa ci accorgiamo di quanto questo coronavirus attacca e fa male e di quanto la situazione è tragica. Qua non ci sono flash mob musicali, solo lumicini in ricordo dei tanti morti; solo luce e silenzio. Faccio l'insegnante e la cosa che mi ha rattristato di più è vedere che, pian piano, i bambini si stanno spaventando è più di uno mi ha detto ''maestra io ho paura''. Dal mio piccolo continuo a dire fortemente a tutti a voi che state lì di non uscire e di stare a casa, di non prendere sottogamba questa situazione e di tenere a mente che non è una semplice influenza è un virus tremendo. Invito tutti a fare molta attenzione, a usare mascherine e guanti e fare massima attenzione all'igiene. State a casa, la vita vale più della bellezza e dello sport. Stamattina, contro ogni cellula del mio corpo e contro la mia completa volontà, sono dovuta uscire per fare la spesa, perché in quanto celiaca non posso lasciare la responsabilità a qualcuno che non mi conosce di sbagliare la spesa e per andare in farmacia. Mi sono accorta però che c'era ancora troppa gente a fare la spesa (anche io) anche anziani, le regole sono abbastanza rispettate e tutti avevamo il terrore addosso, gli sguardi spenti; non ho incontrato e visto nessun bambino. Ci sono vari posti di blocco. Il rientro a casa e' stato drammatico perché regna la paura di contaminare e di contaminarsi. Siamo in guerra, una guerra silenziosa, a parte le bombe dei TG che il silenzio lo squarciano per bombardarci nelle viscere. Ho sentito in tv una signora che si lamenta perché non si fanno più i tamponi: ma non lo capite che non ci sono più medici/ paramedici/infermieri per fare tamponi perché sono tutti negli ospedali dietro a chi combatte o tra i malati anche loro? Non lo capite che non ci sono più soldi e non c’è più tempo per le risposte? Arrivano i sintomi? Prega chi vuoi che il tuo corpo sia più forte della bestia e di cavartela come la maggioranza (per fortuna) di chi viene colpito con un gran malessere e febbre".

(22 Mar 2020 - Ore 05:37)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Elisabetta Nibbio
Riproduzione riservata.
È vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy