GIOVEDì 13 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 21:02

Home » » «Ladispoli e Cerveteri avranno il loro Commissariato di Polizia»

 

«Ladispoli e Cerveteri avranno il loro Commissariato di Polizia»

Il consigliere comunale di Fratelli d'Italia Giovanni Ardita punta i riflettori sulla mozione approvata in consiglio comuanle che impegna il Sindaco a chiedere al Ministero l'apertura di un commissariato di Polizia in città

LADISPOLI - «Ladispoli e Cerveteri avranno il loro Commissariato di Polizia». A essere sicuro che la richiesta che avanzerà il primo cittadino di Ladispoli al Ministero dell'Interno sarà accolta è il consigliere comunale di Fratelli d'Italia Giovanni Ardita che all'ultimo consiglio comunale ha presentato una mozione in tal senso. Mozione che impegna il primo cittadino a richiedere al «Ministero dell'Interno un Commissariato di Polizia oppure un distaccamento periferico». (agg. 10/10 ore 17.04) segue

LA MOZIONE DI FRATELLI D'ITALIA. Nella mozione del gruppo consiliare di maggioranza si erano puntati i riflettori in particolar modo sulla crescita demografica avvenuta, negli ultimo 20 anni, a Cerveteri e Ladispoli: «Dal piccolo paese che di inverno aveva 10mila o 15mila abitanti – ha spiegato Ardita – oggi entrambi i comuni hanno più di 40mila abitanti». Il consigliere Ardita ha anche evidenziato come la città di Ladispoli «rappresenta un nodo strategico tra due porti (quello di Civitavecchia, primo porto crocieristico del Mediterraneo; e quello di Fiumicino), a soli 15 minuti di automobile dal primo aeroporto italiano (con oltre 42milioni di passeggeri nel 2017)». Riflettori puntati anche sulla stazione ferroviaria ladispolana che «nella provincia di Roma rappresenta, con i suoi 9mila pendolari giornalieri la stazione maggiormente frequentata». Da qui, per il consigliere di maggioranza la necessità per il territorio di ottenere un «potenziamento delle Forze dell'ordine che avverrà sicuramente – ha detto – con il nuovo comando dei Carabinieri appena costruita la nuova caserma». Ma per Ardita la necessità di ottenere un distaccamento del Commissariato di Civitavecchia, almeno, nasce anche dai fatti di cronaca che molto spesso, riempione le cronache cittadine: «La città ha una presenza di Forze dell'ordine tra le più basse d'Italia con un rapporto tra residenti e agenti sul territorio pari a 1 ogni mille abitanti, contro la media nazionale che è di 1 ogni 200 abitanti. I fenomeni criminali in questi ultimi anni si sono intensificati nel nostro territorio – ha spiegato ancora – e alcune recenti operazioni della Dia hanno evidenziato l'inquietante presenza anche di sodalizi criminali di stampo mafioso sia legati all'etnia Sinti che di matrice camorristica. Già in precedenza nel 2015 – ha proseguito il consigliere di maggioranza – il nostro Comune ha inviato una richiesta, corredata da una massiccia raccolta di firme dell'associazione consumatori Codacons, al Prefetto di Roma per chiedere l'istituzione del Commissariato di Polizia». (agg. 10/10 ore 17.30)

LA MOZIONE DELLA LEGA. E proprio a sostegno della mozione presentata dal gruppo Fratelli d'Italia, il consiglio comunale ha anche approvato all'unanimità la mozione presentata dal gruppo Lega per la realizzazione in città del Polo per la Sicurezza nei locali che saranno costruiti in via Vilnius e dove sarà trasferita la sede del comando della Polizia locale. Il gruppo Lega aveva chiesto all'amministrazione comunale di utilizzare i nuovi locali per ospitare anche la Protezione civile locale che in questo modo potrebbe lavorare più a stretto contatto con gli agenti della municipale. Protezione civile, peraltro, oggi ospitata in luoghi poco consoni e alle porte della città, in zona Boietto. Sempre a via Vilnius, inoltre, si potrebbe inoltre pensare, di andare ad individuare dei locali da adibire a sede del Commissariato di Polizia locale, con la speranza che, avendo già dei locali a disposizione, dal Ministero non ci siano dinieghi alla richiesta della città. Ora, la palla passa al Primo cittadino incaricato di andare a rappresentare al Prefetto di Roma «la richiesta di poter istituire un Commissariato di Polizia o, in subordine un posto di Polizia». (agg. 10/10 ore 18)

(10 Ott 2018 - Ore 17:04)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy