Home » » ''Il casaletto della Cicugnola non può essere dimenticato''

 

''Il casaletto della Cicugnola non può essere dimenticato''

Appello di Glauco Stracci a tutela del sito adibito ad ospedaletto dalla Croce Rossa americana

TOLFA - «l sito del ‘’Casaletto della Cicugnola’’ adibito a ospedaletto dalla Croce Rossa Americana è un sito da non dimenticare e da rivalutare». A dichiararlo l’esperto Glauco Stracci coordinatore del Movimento ‘’Archeoetruria’’. «Era il 1986 quando con mio padre vidi la prima volta la croce sul casaletto della Cicugnola di Tolfa, così indicato nelle carte IGM militari del 1942, lui con i miei nonni mi dissero che era la Croce Rossa allestita dagli americani quando vennero qui durante la Seconda Guerra Mondiale e che soccorse anche molti civili italiani - spiega Stracci - nel 2001 contattato da un laureando in storia moderna riguardo la presenza degli americani seppi che erano accampati come unità medica tra la piana di San Lorenzo e Pian Carcare a Santa Severa e in effetti in un villino storico dei dintorni vi è rimasta traccia di tale presenza con un simpatico disegno accompagnato da scritte in americano, una  foto è esposta presso il Museo del Territorio del Castello di Santa Severa; quel laureando mi chiese se erano rimaste tracce ed io lo condussi  in loco, il casaletto era stato rimodernato con delle aggiunte, una tettoia di nuova costruzione con un trave ne forava la facciata e solo per poco non ha cancellato la croce su cerchio dipinta.  (agg. 22/09 ore 12.39) segue

LA RICOSTRUZIONE. La storia che ho ricostruito grazie ai testi recenti del soldato Dennis Connole (2008) e del sergente Richard Huff (2012) inizia il 5 giugno 1944 quando per la presa di Civitavecchia contemporaneamente da Roma si mossero la 36th divisione fanteria (Texas), comandata dal generale Walker e la 34th divisione fanteria (Red Bull) comandata dal generale Ryder. La prima percorrendo  la Via Cassia con i reggimenti 141th, 143th e parte della Prima Divisione Armata sconfisse i tedeschi della Luthwaffe a Bracciano, questi  attraversarono Tolfa per La Lizzera e  la Piazza Vecchia per soggiornare la notte del 6 giugno nella Piazza Centrale di Allumiere e alle 21.00 di sera del 7 giugno scesero a Civitavecchia unendosi così alla  34th che aveva già preso la città la mattina dello stesso giorno. Questa invece muovendo per la Via Aurelia i reggimenti  di fanteria 133th,135th,168th, trovò battaglia con i tedeschi proprio a Santa Severa e Santa Marinella, ma li sbaragliarono con l’azione del secondo battaglione del 168th trovando poi la strada spalancata fino verso il porto. (Agg. 22/09 ore 13)

L'ACCAMPAMENTO DELLA CROCE ROSSA. La spiegazione dell’accampamento della Croce Rossa americana va forse inquadrato sul fatto che a seguire la 34th ci fu sempre il 109th battaglione medico da campo (mobile hospital) a cui  successivamente si aggiunsero due plotoni del 52th battaglione medico, è verosimile che per motivi strategici scelsero vari punti di dislocazione, infatti all’epoca quel  territorio dai Sassoni di Furbara fino ai calanchi di Montericcio di Tarquinia era della Scuola di Guerra, ricco di strade sterrate che attraverso la piana del Riofiume collegavano la Piana di San Lorenzo all’attuale casaletto della Cicugnola. Personalmente ritengo che ci fosse il 109th perché il suo simbolo era una croce bianca come quella riportata sulla facciata del casaletto, mentre il 52th era accampato lungo la piana di Santa Severa. Venti anni fa era possibile vedere il casaletto ancora in disuso con presenza di ferri chirurgici e un lettino medico arrugginito al suo interno, è un pezzo di storia poco conosciuto che sono felice di ricordare».(agg. 22/09 ore 13.30)

(22 Set 2018 - Ore 12:39)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy