Home » » Estate senza plastica monouso

 

Estate senza plastica monouso

Risultato ottenuto dal M5S in consiglio comunale insieme alla razionalizzazione della raccolta degli olii esausti. Soddisfazione dei consiglieri di opposizione Belardinelli, Piergentili e Ramazzotti che hanno strappato l’impegno comune a rivedere l’articolo del regolamento relativo alla composizione dei gruppi consiliari  

di TONI MORETTI

CERVETERI - L’aria che si respirava al consiglio comunale di martedì scorso, poteva definirsi insolita rispetto alla tensione che in genere si palpava nelle sessioni dell’ultimo periodo, dove sembrava che il consiglio fosse teatro di due fazioni che invece di sviluppare ragionamenti che portassero a soluzioni nell’interesse dei cittadini, fossero lì, chi in attacco, chi in difesa a sostenere le proprie ragioni basate su aspetti, spesso arzigogolanti circa procedure, ruoli e metodi più o meno rispettati e quindi più o meno corrette. Il massimo della tensione si era ottenuto quando i lavori si concentrarono sulla revisione dello statuto e del regolamento comunale, approvato a colpi di maggioranza in forma acritica a dire di alcuni oppositori che hanno rilevato ipotesi di incostituzionalità e abuso di potere da parte del presidente del consiglio Carmelo travaglia, tanto da provocare denunce ed esposti al prefetto ed alle autorità competenti da parte degli oppositori di sempre e di tutto, come dice il sindaco, Aldo De Angelis e Salvatore Orsomando, rispettivamente capo gruppo in consiglio della lista “Legalità e trasparenza” e “Forza Italia”. 
Martedì invece, all’ordine del giorno c’erano soltanto interpellanze e mozioni presentate dall’opposizione, con tutta la voglia, da parte della maggioranza, di volerle discutere, e tanto ha contribuito a far calare la tensione. 
La mozione che destava maggiore interesse e attesa era senza dubbio quella presentata dal gruppo di opposizione che all’occorrenza è diventato omogeneo, formato da Anna Lisa Belardinelli (Fratelli di Italia), Luca Piergentili (Lega), e Lamberto Ramazzotti (Capacità e Passione), che circa l’articolo 48 del regolamento comunale che nella ultima versione approvata stabilisce che ogni candidato eletto egli soltanto per una lista non ha diritto di fare gruppo per rappresentarla dal momento che i gruppi devono essere formati da almeno due consiglieri, costringendo quindi i medesimi a fare gruppo con altri consiglieri della medesima condizione o a confluire nel gruppo misto, snaturandone spesso l’appartenenza politica, essendo stata negata la possibilità di proporre emendamenti, possibilità bocciata nella seduta precedente, tanto da scatenare le reazioni anzidette di De Angelis e Orsomando, si trovasse una soluzione per fare in modo che detto articolo si riportasse alla interpretazione originaria. 
La soluzione è stata trovata concordando un incontro tra maggioranza e opposizione che concordi insieme una soluzione con la palese intenzione di trovare una via d’uscita come chiesto dalla minoranza. Rimane il dubbio se tale improvvisa “arrendevolezza” sia stata determinata da qualche indiscrezione trapelata da qualcuno dei destinatari degli esposti o se determinata da attacchi espliciti e diretti, come quello di Ramazzotti che, interpretando la vicenda come attacchi personali mirati al sottodimensionamento politico degli interessati al provvedimento, annuncia in questo caso «Salvezze illimitate». E’ inutile indugiare sulla soddisfazione dei consiglieri di opposizione per aver portato a casa tale risultato. 
Evidente anche la soddisfazione del consigliere Saverio Garbarino del Movimento 5Stelle che si è visto approvare, una addirittura all’unanimità, le due mozioni presentate che si riferivano alla razionalizzazione e ad una migliore logistica nel posizionamento delle campane dell’olio vegetale esausto, quello per intenderci derivante dalla frittura dei cibi se non proprio al suo inserimento nella raccolta porta a porta. Ritenute dallo stesso soddisfacenti le risposte date dall’assessora all’ambiente Elena Gubetti, l’impegno dell’amministrazione c’è stato, di intervenire con i soggetti interessati, la ditta convenzionata per il deposito delle campane ad hoc e l’interessamento dell’azienda appaltatrice della raccolta porta a porta con la condizione che una eventuale soluzione venisse trovata senza nessun incremento di costo per l’ente che giocoforza verrebbe poi imputato al cittadino. 
La soddisfazione dei pentastellati si evidenzia col piglio propagandistico contenuto nella loro comunicazione: «Ancora una volta il M5S agisce per migliorare la vita dei cittadini a costo zero!» o con la frase: «L’attuazione di questa mozione non è solo una vittoria del M5S ma di tutta Cerveteri, che senza ombra di dubbio, é pronta a dare l’esempio a partire da quest’estate», per quanto riguarda l’approvazione dell’altra mozione che impegna Cerveteri ad eliminare l’uso della plastica monouso.

(09 May 2019 - Ore 09:15)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy