Home » » Bilancio Multiservizi, si chiude con un utile di 80mila euro al comune

 

Bilancio Multiservizi, si chiude con un utile di 80mila euro al comune

Soddisfazione alla conferenza stampa per un risultato storico mai conseguito fin’ora. Il sindaco Pascucci elogia l’operato dell’attuale management per le scelte e le strategie adottate. Claudio Ricci, amministratore unico: «Troveremo il modo per aprire la sesta farmacia comunale»  

di TONI MORETTI

CERVETERI - Con Claudio Ricci, amministratore unico e Alberto Manelli, direttore generale della Multiservizi Caerite, azienda che si può definire comunale in quanto il comune di Cerveteri è socio unico e detiene la totalità delle quote, erano presenti anche il sindaco Alessio Pascucci e l’assessore alle politiche ambientali Elena Gubetti, in Sala Ruspoli giovedì sera, alla conferenza stampa convocata dall’azienda che presentava i risultati del bilancio appena approvato per l’esercizio 2018.
L’aria era quella della celebrazione di una festa, non tanto per il management, serio e compito, quanto per la componente politica rappresentata dal sindaco che scalpitava per l’entusiasmo di poter annunciare che: «Per la prima volta nella storia della Multiservizi Caerite la municipalizzata staccherà un assegno di 80mila euro al socio, ovvero al comune di Cerveteri, come risultato del bilancio 2018 presentato ieri in conferenza stampa in sala Ruspoli. Un risultato storico che conferma il lavoro avviato negli ultimi anni dal nuovo management aziendale, che ha consentito di non rinunciare ad investimenti importanti, pur nel contenimento e nella razionalizzazione delle spese e dei costi sostenuti». 
Ma la festa è riuscita a metà in quanto in Sala Ruspoli erano presenti un paio di cittadini curiosi, un operatore della Multisevizi del comune di Santa Marinella, e una sola testata giornalistica rappresentata, la nostra, tanto che non si può che essere d’accordo col sindaco quando lamenta che gli strafalcioni che ogni tanto prendono stampa e forze politiche sono dovuti al disinteresse e alla mancata verifica dell’informazione alla fonte, con un chiaro riferimento al polverone sollevato dal sospetto del comitato “stop 5G”, che l’abbattimento di alcuni alberi in città nascondesse una sperimentazione della tanto discussa tecnologia 5G in atto in città. E spiega Pascucci che per la prima volta, grazie alla Multiservizi si è in grado di pubblicare l’agenda del verde e i report delle attività svolte. E quindi l’affondo: «Per la prima volta nella storia della Municipalizzata, - dice Pascucci - la società Multiservizi eroga un dividendo di 80mila euro al Comune, pari ad oltre il 25% dell’utile». 
Come questo è successo lo ha spiegato Alberto Manelli, il direttore generale, illustrando nei dettagli il bilancio. «Nell’esercizio appena terminato sono stati decisi ed effettuati consistenti investimenti in attrezzature aziendali e proprio questo ha determinato un impatto significativo sui conti aziendali, riducendo l’utile rispetto allo scorso anno. Tale scelta è stata adottata nella convinzione che nei prossimi anni i risultati economici saranno ancora più significativi, favoriti proprio dagli investimenti effettuati».  
Per l’amministratore unico Claudio Ricci: «Questi numeri sono stati raggiunti grazie ad un approccio manageriale in tutti i settori che ha consentito la raccolta di dati fondamentali per l’analisi e la programmazione dei servizi offerti. Dal verde pubblico, che rappresenta l’impegno più importante della Multiservizi, alla gestione delle farmacie comunali, fino all’illuminazione pubblica l’approccio improntato alla massima efficienza attraverso strumenti di analisi dei dati ha portato la Multiservizi ad essere, ad esempio nella gestione delle farmacie, in 47esima posizione su 272 aziende farmaceutiche pubbliche e private nelle graduatorie del fatturato e in 21esima posizione in quella relativa agli utili». 
Numeri che sono stati certificati da uno studio condotto dalla Plimsoll Publishing Ltd, società inglese specializzata nell’analisi strategica ed economica del settore della distribuzione farmaceutica.
A proposito delle farmacie, dice ancora Ricci, che ci sarebbero le condi zioni e le autorizzazioni per aprire la sesta farmacia comunale, tra l’altro a Cerenova dove l’incremento della popolazione estiva giustificherebbe in termini di fatturato l’investimento ma che la municipalizzata è impossibilitata a farlo perché sottoposta agli stessi vincoli di blocco cui sono posti i comuni per le assunzioni di personale e non saprebbero come fornire la nuova struttura del personale necessario. 
Quanto al verde, l’assessore all’ambiente, Elena Gubetti, ha rivendicato l’importanza del censimento del verde che pone Cerveteri tra i pochi comuni in Italia ad essersi messa al pari con la legge nazionale. «Questi risultati – ha detto l’assessora - devono essere un punto di partenza perché vogliamo continuare a migliorare i servizi per i cittadini». 

(13 Apr 2019 - Ore 09:10)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Esplode la rete fognaria a Valcanneto

    22 May 2019 - Tecnici Acea al lavoro da sabato mattina con l’autospurgo per limitare gli sversamenti di liquami nel bosco. Il consigliere Mundula: «Si sta procedendo a bypassare la condotta danneggiata per eseguire poi la riparazione»       

  • Il ministro Costa nel primo stabilimento plastic free

    20 May 2019 - Visita inaspettata sabato sera a Ladispoli da parte del Ministro dell'Ambiente e del suo staff per una cena informale.Quello in città è una delle prime strutture balneari del Lazio ad aver detto addio alla plastica monouso

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy